Certificazione volontaria di conformità d'origine italiana

logo marchio unico nazionale

Una volta inviata la richiesta di preventivo per la Certificazione Volontaria Marchio Unico Nazionale, la stessa verrà  presa in carico dallo staff entro 48 ore dalla ricezione.
Il team MUN, da questo momento, provvederà  a far pervenire entro 5 giorni lavorativi i preventivi MUN e Lloyd's personalizzati sulla base delle esigenze aziendali previamente comunicate al commerciale di riferimento.
Dal momento dell'accettazione (tramite invio formale e scritto) delle offerte contrattuali di cui sopra, passano circa 40 giorni per portare a termine l'intero iter di certificazione, salvo diverse esigenze aziendali e/o situazioni eccezionali che richiedono una tempistica maggiore.

Il costo della Certificazione Volontaria Marchio Unico Nazionale dipende da alcune caratteristiche aziendali quali: numero di addetti, fatturato e numero di prodotti/processi da certificare.
Per questa ragione effettuiamo sempre preventivi personalizzati analizzando con il referente d'azienda le varie specificità , in modo da suggerire la soluzione più adatta.

In caso di perdita o danneggiamento del Certificato Marchio Unico Nazionale, basta contattare il nostro staff e richiederne una copia; provvederemo a rispondere alla vostra richiesta entro 48 ore e ci impegniamo a farvi avere copia dell'originale in forma cartacea entro 30 giorni dal momento della richiesta.
È possibile comunque, accedere alla propria area riservata presente sul sito www.marchiouniconazionale.it per visionare e scaricare tutta la documentazione, incluso il Certificato.

Con la certificazione di prodotto si verifica l'iter produttivo relativo esclusivamente al singolo prodotto; per quanto riguarda invece la certificazione di processo, si esamina tutta la filiera produttiva che caratterizza l'azienda che richiede la certificazione del proprio processo produttivo.

La Certificazione Volontaria Marchio Unico Nazionale può essere richiesta da aziende operanti in tutti settori merceologici, sia che esse producano beni, sia che eroghino servizi.

Sì, naturalmente solo se soddisfano i requisiti di certificazione.

LRQA, l'Organismo di parte terza incaricato della verifica, valuterà durante l'audit in maniera approfondita la reale sussistenza dei requisiti richiesti per l'ottenimento della certificazione e le eventuali deroghe agli stessi.
Ad ogni modo, l'emissione del certificato MUN è sempre subordinata al vaglio positivo del Comitato di Certificazione che valuterà ulteriormente la rispondenza aziendale ai criteri di certificazione.

Naturalmente sì! Dal momento in cui l'azienda inoltra la richiesta di preventivo, verrà affiancata dallo staff Marchio Unico Nazionale per tutto l'iter di certificazione.
Per garantire un risultato ottimale, un esperto dedicato si recherà presso l'azienda per aiutarla a prepararsi al meglio all'audit dell'Organismo di Verifica.

Il marchio MUN può essere utilizzato su tutto il materiale pubblicitario e commerciale che non sia packaging. Per quanto riguarda il packaging, sia che si tratti di etichettatura di primo o di secondo livello, occorre valutare le disposizioni di legge relativamente a quello specifico settore di riferimento.
L'utilizzo del marchio MUN è concesso sul sito aziendale, le brochure, i flyer, le esposizioni in store, la veicolazione tramite social media, l'esposizione in manifestazioni, eventi, fiere.
La promozione dei propri prodotti sinergicamente al relativo possesso di certificazione Marchio Unico Nazionale è consentita nel rispetto della normativa nazionale vigente.
Per qualsiasi dubbio o richiesta relativa all'utilizzo del marchio MUN è possibile contattare direttamente via mail lo staff all'indirizzo segreteria@marchiouniconazionale.it o attraverso gli altri canali.

Il logo Marchio Unico Nazionale è un marchio registrato di cui è gestore legale il Consorzio Conosci (licenziatario).
L'utilizzo del marchio è concesso e disciplinato tramite "Contratto di concessione in licenza d'uso non esclusiva del Marchio Unico Nazionale" alle aziende certificate, ai partners ufficiali del Marchio Unico Nazionale, agli organi di stampa.
Nel caso in cui vi sia la necessità di utilizzare il marchio da parte di soggetti terzi non aventi diritto, è necessario inoltrare richiesta formale scritta alla sede operativa nazionale del Marchio Unico Nazionale specificandone le ragioni della necessità per ottenere l'autorizzazione specifica ed esclusiva all'utilizzo richiesto.
Qualsiasi forma di utilizzo indebito e /o inappropriato, potrà essere perseguibile nei termini di legge.

La durata della Certificazione Marchio Unico Nazionale è triennale; tuttavia, al fine di garantire la continua rispondenza ai requisiti di idoneità , la Certificazione viene rinnovata annualmente attraverso una visita di sorveglianza da parte dell'Organismo di Verifica.
Al quarto anno sarà necessario riaffrontare l'iter di certificazione per produrre un nuovo Certificato di Conformità d'Origine Italiana a sua volta valido per i successivi 3 anni (sempre con rinnovo annuale).

Lo staff Marchio Unico Nazionale effettua un continuo monitoraggio dello stato delle aziende certificate, pertanto sarà nostra premura informarle preventivamente in fase di scadenza del certificato e predisporre, d'accordo con l'azienda stessa, la visita di sorveglianza da parte dell'Organismo di Certificazione.

Una volta che l'Organismo di Verifica ha espletato l'audit e l'azienda ha adempiuto a tutti gli obblighi contrattuali, l'emissione del Certificato MUN avviene entro 10 giorni lavorativi, salvo problematiche derivanti dalla sussistenza di deroghe che necessitano un esame approfondito del Comitato di Certificazione.

La certificazione MUN può essere ritirata in casi particolari di gravi colpe dell'azienda (ad esempio qualora venga dichiarato il falso in fase di certificazione o laddove improvvisamente venisse a mancare la sussistenza dei requisiti necessari o in caso di utilizzo improprio del marchio MUN contrariamente al contratto sottoscritto).

Mancati adempimenti contrattuali da parte dell'azienda (ad esempio mancato pagamento delle fatture CO.N.O.S.C.I. e LRQA); sussistenza di deroghe (ad esempio se l'azienda non raggiunge uno o più requisiti necessari o un punteggio globale minimo per poter essere meritevole della Certificazione Marchio Unico Nazionale.
Nel caso in cui l'azienda, in fase di iter di certificazione, non risulti in possesso dei requisiti legali e professionali necessari (ad esempio la sussistenza di cause legali pendenti o procedure fallimentari a carico).
Nel caso in cui l'azienda richiedente pur avendo i requisiti necessari assuma un comportamento tale da ledere l'immagine e/o i valori della Certificazione Volontaria Marchio Unico Nazionale.